Come prepararsi al prelievo

Il prelievo di sangue può, in certi casi, provocare la formazione di lividi, talvolta accompagnati da disagio o dolore. Questo fenomeno si verifica più frequentemente in presenza di disturbi della coagulazione o di terapie anticoagulanti/antiaggreganti (che è fondamentale segnalare al momento del prelievo), oppure se non si seguono alcune semplici misure dopo il prelievo:

  1. Tenere il braccio disteso e la mano aperta, evitando di abbassarlo e applicando una pressione con un batuffolo di cotone sulla sede della puntura per circa 5 minuti. Se si stanno assumendo farmaci anticoagulanti e/o antiaggreganti, o si hanno problemi di coagulazione, la pressione deve essere mantenuta per almeno 8-10 minuti, monitorando la situazione.

  2. Evitare di fare sforzi (ad esempio, sollevare pesi) con il braccio interessato dal prelievo per almeno 15 minuti.

  3. Astenersi dall’attività fisica intensa dell’arto in cui è stato inserito l’ago per almeno qualche ora dopo il prelievo (ad esempio, sollevamento pesi in palestra).

Di solito, si tratta di una reazione di lieve entità che si risolve spontaneamente; se il livido non dovesse risolversi da solo o fosse accompagnato da altri sintomi, è consigliabile contattare il proprio medico.